Cosmoprof 2019 – still alive!

Belle gioie!

Il Cosmoprof è terminato ed ha portato con sé tante belle novità! Ho passato la giornata di sabato 16 marzo a girovagare per gli stand senza fermarmi quasi mai! Ringrazio tanto Equilibra per avermi fatto sedere durante la presentazione della nuova linea al carbone! Ho rigenerato le mie gambe e soprattutto la schiena e le spalle! Quando sono arrivata a casa, ho notato di avere le spalle “tagliate” e sanguinanti.. la prossima volta mi faccio furba e prendo il trolley!

Equilibra, linea al carbone, siete curiose vero? Eccovi accontentate: si tratta di sette referenze in cui l’ingrediente principale è il carbone! Quindi immaginate un dentifricio nero, uno shampoo nero, una anzi due maschere nere, un sapone nero (da non confondere con quello di Arangara), un gel detergente nero e un docciaschiuma indovinate di che colore? Nero!

IMG_20190317_101848.jpg

Un’altra novità viene dalla Korea: le maschere in tessuto a… zona! Mi è capitato di vederle in più di uno stand e mi hanno incuriosito. Ne ho scelta una antiage (ovviamente! Qui dobbiamo essere giovani per sempre!) alla rosa, anche se non amo particolarmente le fragranze fiorite, ma qui non si parlava più di fiori, ma di combattere la vecchiaia! Come funziona? All’interno della confezione ci sono delle mini porzioni di maschera che si possono posizionare a piacere sulle zone da trattare. Che sia il decolleté, oppure il viso, il collo o il contorno occhi, la scelta è vostra! Il tempo di posa è come le maschere in tessuto classiche, 15-20 minuti. Allo scadere del tempo non risciacquate, ma massaggiate l’eccesso di liquido.

IMG_20190316_141058

Novità in casa Cereria Lumen è la candela da massaggio. Tutto molto bello, tutto molto figo, ma se non hai il massaggiatore perde un p’ di significato! ahahahha forse come ho detto a loro in fiera, dovrei insegnare ai miei gatti a fare i massaggi su richiesta! Nove kg di Gianni sarebbero un ottimo deterrente per la cellulite!

Scherzi a parte, le candele presentate sono due, una all’argan e una all’aloe.

IMG_20190316_110014img_20190317_102242.jpg

Oltre a queste, è stata presentata un’altra linea di candele dal packaging meraviglioso:

IMG_20190316_105952.jpg

La decorazione del bicchiere è splendida!

Le novità Madara riguardano la tintarella:

IMG_20190316_110608.jpg

Tante conferme e tanti brand nuovi che non conoscevo, tra cui Duft & Doft specializzati in maschere e skin care.

IMG_20190316_101018

Sono molto curiosa di provare la loro maschera antiage e antirughe! Le piccole creme mani saranno le mie prossime compagne di viaggio!

img_20190317_103319.jpg

Un brand che ha attirato la mia attenzione è stato Nutryancor:

IMG_20190316_142430IMG_20190316_142440IMG_20190316_142447

La loro filosofia è estremamente ecologica, recuperano gli scarti di frutta e verdura (nelle foto trovate mirtilli, carote, carciofi, mele) che vengono polverizzati e utilizzati nella composizione delle creme o saponi. Niente viene sprecato ma tutto è riciclato e rielaborato. Ottimo, non vi pare?

Tanti brand cinesi, uno tra tutti quello che mi ha donato la maschera per diventare un unicorno! Il mio cinese mandarino probabilmente ha fatto colpo! Ni Hao!

IMG_20190316_135813.jpg

I want to be a unicorn!

Alama Professional con cui ho collaborato lo scorso anno (qui la recensione) rivolge lo sguardo al mare e ad esso si ispira per la nuova linea:

img_20190317_102017.jpg

io voglio i capelli di questo colore! *_*

Tra le conferme ho piacevolmente ritrovato Monocare (ve ne avevo parlato qui) con cui mi ero trovata molto bene! Brand nuovissimo, presentato allo scorso Sana.

img_20190317_102356.jpg

Ho scoperto due nuovi e interessantissimi brand, uno viene dalla Polonia e si occupa di make up minerale:

IMG_20190317_102641.jpg

L’altro è danese e si occupa di profumi e cura dei capelli. Mentre vagavo in pieno stile walking dead (tutta colpa della serata precedente a ballare!!), ho notato una parola ormai familiare: HYGGE! Il mio viaggio alla conquista del nord mi ha vista imparare qualche parola vikinga, tra cui Hygge che incarna un modo di vivere. Hygge è la ricerca della felicità a lungo termine, non di quella immediata e volatile. Il discorso è molto pù lungo e complesso ovviamente, ma non voglio tediarvi!

img_20190317_103411.jpg

Ora non mi resta che testare tutto! A volte penso di aver bisogno di due o tre corpi e un paio di vite per provare tutti i prodotti! 😛

OT: recensione “Finzioni di Poesia” di Giorgio Montanari

Quando si dice il destino..

Come ben sapete, ho visitato Cosmoprof da poco, vi ho sommerse di stories e post su IG, perdonatemi!

Durante il mio pellegrinaggio, mi sono ritrovata in uno stand di hair care, ho parlato con un ragazzo molto gentile, gli ho spiegato chi fossi e di cosa mi occupassi e gli ho dato il mio biglietto da visita. Lui è rimasto un momento in silenzio (e io ho pensato il peggio!), mi ha domandato se mi occupassi solo di beauty e poi mi ha chiesto se avessi ricevuto strane richieste nell’ultimo periodo. Io sono rimasta a metà tra l’incredulo e la sensazione di essere presa in giro, poi mi è comparso un enorme punto interrogativo sul viso. Purtroppo sono trasparente e non riesco a nascondere quello che penso! Faccio lavorare l’unico neurone che è rimasto vivo dopo i festeggiamenti per il mio compleanno la sera precedente e ci arrivo: il libro!

Finalmente ci presentiamo e ho davanti niente di meno che Giorgio Montanari, autore del libro “Finzioni di Poesia”. Carramba che sorpresa!

A parte gli scherzi, Giorgio mi ha contattato un po’ di tempo fa per chiedermi di recensire il suo libro. Ho accettato con molto piacere, dato che Katebeautycase non è solo make-up ma è uno spazio a 360° in cui trova posto tutto quello che mi piace, dalla cosmesi ai viaggi passando per il libri e mille altre cose!

Come prima cosa vi mostro la copertina del libro:

Backup_di_copertina montanari.cdrFINZIONI DI POESIA_facebook

Van Gogh.. il campo di grano con volo di corvi. Io amo Van Gogh e con questa immagine il libro mi ha già conquistata! So che un libro non va giudicato dalla copertina.. ma in questo caso è vincere a mani basse!

La quarta di copertina riprendendo una delle poesie della raccolta, dice così:

“ Ti ho autorizzato a sbirciare tra gli scritti di una vita. Mi rincuora l’idea di offrirti un’emozione. Mi inquieta avere esposto a sconosciuti pagine salvate negli anni, figlie di pensieri fragili, frutto di istanti di ispirazione.”

Non ci sono parole più vere a mio avviso! E credo si possano riferire anche al mio blog e a quello di chiunque altr*! Farsi leggere dagli estranei è sempre emozionante, però a volte ci si ritrova ad aprire il cuore sulle pagine di un diario che può essere letto da tutti e può essere un’arma a doppio taglio.

Torniamo invece a “Finzioni di Poesia”, pubblicato nel 2018 racchiude al suo interno un percorso in forma poetica che ci fa riflettere sulla vita, la morte e l’amore. Non ho intenzione di spoilerare il contenuto di questo libro, sappiate che alcune poesie mi hanno emozionato molto e in una soprattutto mi sono ritrovata (CICATRICI).

Le poesie di questa raccolta sono forti e mirano dritto al cuore e al cervello. Emozionano e fanno pensare.. forse troppo! In un mondo dove ormai tutto è apparenza, dove tutti cercano di essere chi non sono e soprattutto sono tutti a caccia di un “like”, le poesie di Giorgio sono scomode perché arrivano dirette come un pugno nello stomaco e ti costringono a fermarti e a riflettere.

Giorgio e io siamo quasi coetanei, possiamo aver vissuto esperienze diverse e percorso strade differenti, ma ci sono fasi della vita che sono uguali per tutti. Poi c’è chi le vive in modo superficiale, chi è più forte e chi meno, infine c’è chi riesce a mettere in poesia i sentimenti. Grandissima dote e capacità che ho sempre ammirato, così come quella di scrivere canzoni. Perché in fondo cos’è la musica se non una poesia accompagnata dal suono?

Se vi avessi incuriosito e voleste acquistare il libro di Giorgio, lo trovate a questo link: http://www.giorgiomontanari.it/poesia/

In bocca al lupo!

E-lab: il Genio delle lampade!

Buongiorno a tutti!

Questo è un post off topic che esula dal mondo della cosmesi, ma che in qualche modo è collegato alla bellezza e all’arte.

Essere artigiani indipendenti e autodidatti, al giorno d’oggi è cosa rara. Tutto è ormai standardizzato e venduto in copie di migliaia di pezzi o più! Basti pensare solo a quanti complementi di arredamento Ikea abbiamo nelle nostre case! Sfido chiunque a non possedere una Billy!

Un carissimo amico ha sviluppato una particolare passione e abilità nel creare lampade da tavolo con materiali di recupero, che siano bottiglie, legno oppure oggetti di vario genere. Quella che vedete qui sotto è una piccola lampada da comodino che ha fatto per me.

IMG-20190311-WA0005

MY LAMP

È stata creata con legno ricoperto da carta di giornale a cui è stata aggiunta una bulb lamp grande con luce calda. Non so voi, ma io la adoro!

Vorrei aiutare il mio amico a far conoscere le sue lampade e magari a far crescere anche il numero dei suoi clienti!

Vi lascio qui sotto altri esempi di sue creazioni al momento disponibili. Ovviamente sono tutti pezzi unici! Avrete un oggetto unico nel suo genere e prodotto esclusivamente per voi! E-LAB crea anche su commissione, nel caso foste interessati ad avere un preventivo o aveste un’idea particolare da realizzare, potete scrivere all’indirizzo mail: elab.re.italy@gmail.com

Se dite che siete venuti a conoscenza del suo lavoro tramite il mio blog, avrete un piccolo sconto sul totale!

elab 1

elab 2

elab 3

elab 4

IMG-20190311-WA0001

Eseguita su commissione e già venduta

IMG-20190311-WA0002

IMG-20190311-WA0004

IMG-20190311-WA0003.jpg

Per me sono tutte meravigliose! E-LAB è un vero artista, non smetterò mai di dirglielo!

Nel video si vede la lampadina cangiante inserita nella lampada fatta con la confezione del Bacardi.

Se volete qualcosa di originale e unico, dovete assolutamente avere una di queste lampade!

In bocca al lupo E-LAB!

42

Che cos’è il 42? La risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto!

«”Quarantadue!” urlò Loonquawl. “Questo è tutto ciò che sai dire dopo un lavoro di sette milioni e mezzo di anni?”
“Ho controllato molto approfonditamente,” disse il computer, “e questa è sicuramente la risposta. Ad essere sinceri, penso che il problema sia che voi non abbiate mai saputo veramente qual è la domanda.”»

Se il problema è la domanda allora forse dovremmo indagare a fondo per trovare quella giusta! D’altro canto la risposta l’abbiamo!

Oggi celebro i miei 42 anni e volevo rendervi partecipi! Non ho ancora trovato il senso della vita e dell’universo,  non so ancora bene chi sono, da dove vengo e soprattutto dove vado. So solo che cerco di viaggiare il più possibile! Ho tante domande che resteranno senza una risposta… o che forse ne avranno una sola: 42!

42

 

Cosmoprof 2019

Eccoci qui, anche quest’anno è arrivata una delle fiere più importanti nel mondo della cosmesi: il Cosmoprof! Credo che tutt* voi sappiate di cosa sto parlando… ma nell’eventualità che non conosciate questo evento, si tratta della Fiera (con la F maiuscola) del beauty più grande in Italia e si svolgerà a Bologna dal 15 al 18 marzo.

Molto probabilmente la visiterò il sabato, in solitaria perchè conosco i miei tempi e ritmi e non voglio uccidere la mia possibile compagna di avventura! Tanti gli stand da visitare, tantissime le novità e pochissimo il tempo! Una giornata sola in genere non basta a fare tutto!

cosmoprof mappa 2019.png

Giusto un paio di padiglioni…

Di solito visito il padiglione del green (21), le collettive nazionali Korea, USA e Europa, passo velocemente in un paio di padiglioni dei Capelli per visitare qualche brand con cui ho collaborato e poi.. beh sono le 18 e devo tornare a casa!

I consigli che vi do sono sempre gli stessi: scarpe comode, borsa/trolley, biglietti da visita, acqua e cibo (eviterete le file chilometriche al bar!), pazienza e un bel sorriso. Se per caso avete una app con contapassi, attivatela e alla sera vi renderete conto di quanta strada avrete fatto.. sarà sconvolgente!

Se avete voglia di farmi un saluto, fatemi sapere dove e quando e vi abbraccio volentieri!

Ci vediamo a Bologna!

Officina dei Saponi

Welcome back!

Oggi vorrei portarvi in Toscana per farvi conoscere un brand molto interessante che si occupa di creare sapone biologico: Officina dei Saponi.

La Toscana offre tutte le materie prime di altissima qualità che sono utilizzate per creare i saponi, a partire dall’olio extravergine di oliva, olio di girasole, il vino rosso, il latte d’asina, erbe officinali ed oli essenziali, che fusi insieme danno vita a questa linea di saponi biologici in cui, un mondo di profumi, colori e sensazioni conducono alla riscoperta più sincera e profonda della natura in tutte le sue sfumature.

Nessun tipo di sostanza chimica o conservante è presente nei saponi, per questo motivo il prodotto di volta in volta potrà assumere sfumature e colori diversi! Questo è il bello dei prodotti naturali!

IMG_20190221_132018.jpg

Arancia & Cannella

Questo sapone artigianale, a base di olio extravergine di oliva ed olio di girasole biologici, arricchito dalle straordinarie proprietà dell’olio di macadamia, svolge un’intensa azione emolliente ed elasticizzante sulla pelle di tutto il corpo, lasciandola profondamente nutrita ed idratata. E’ ricco di Vitamine E e B, amminoacidi e sali minerali. L’intensa profumazione avvolgente e speziata della cannella, unita con le note fresche ed agrumate dell’abete bianco, arancia e mandarino, permane a lungo sia sul corpo che nell’aria! Vi sembrerà di essere ai mercatini di natale!

INCI: olea europaea fruit oil; cocos nucifera oil; aqua; sodium hydroxide; helianthus annuus seed oil; macadamia ternifolia seed oil; citrus aurantium dulcis peel extract; cinnammomun cassia leaf oil; citrus nobilis oil; abies alba leaf oil; bixa orellana seed; oryza sativa starch; citric acid; tetrasodium glutamate diacetate; citral, d-limonene; cinnamyl alcohol; cinnamal; coumarin

Non sono ancora abituata ad utilizzare il sapone solido per il corpo, ma credo che sarà uno step che dovrò decidermi ad affrontare per diversi motivi: primo tra tutti il packaging! Un sapone al massimo ha un involucro di carta o cartone, riciclabile al 100% e biodegradabile, mentre un bagnodoccia ha un flacone in plastica, riciclabile anche questo, ma sicuramente non biodegradabile! Poi la comodità in viaggio: nessuna minisize, niente flaconi da riempire, solo un pratico panetto di sapone! L’unica cosa che dovrò acquistare presto è un portasapone da viaggio! Peccato non poter portare con me il mio piccolo pallet di legno!

img_20190221_132455.jpg

Shampoo & Balsamo Argan e Rosa

A base di olio di argan e rosa canina, entrambi i prodotti svolgono un’azione rigenerante e nutriente. La  formulazione BIOLOGICA è ottenuta dalla continua ricerca di materie prime di altissima qualità, quali l’olio extravergine d’oliva, l’estratto di castagna, l’estratto di rosa canina, l’olio di argan e il gel d’aloe, che, in sinergia con le proteine del riso, svolgono un’azione rigenerante e nutrono il cuoio capelluto lasciando i capelli ristrutturati già dalle prime applicazioni. Gli oli essenziali di bergamotto, petitgrain e patchouli donano corpo e brillantezza ai capelli. Realizzati con tensioattivi delicati di origine vegetale, che rispettano la pelle, con un occhio di riguardo verso il pianeta e l’ambiente.

INCI: Aqua; ammonium coco-sulfate; cocamidopropyl betaine; aloe barbadensis leaf juice; glycerin; sodium myristoyl glutamate; hydrolyzed chestnut extract; rosa canina fruit extract; hydrolyzed olive fruit; olea europaea fruit oil; argania spinosa kernel oil; sodium pca; hydrolyzed rice protein; lauryl glucoside; sodium cocoyl hydrolyzed wheat protein; myristyl lactate; citrus aurantium bergamia fruit oil; citrus aurantium flower oil; cananga odorata flower oil; pogostemon cablin leaf oil; parfum; benzyl alcohol; sodium benzoate; potassium sorbate; citric acid; tetrasodium glutamate diacetate; Benzyl benzoate; Benzyl salicylate; Citral; Citronellol; d-Limonene; Eugenol; Geraniol; Linalool; Farnesol; Isoeugenol; Hydroxycitronellal

Purtroppo non amo molto le profumazioni fiorite e quando ho notato che sia shampoo che balsamo erano alla rosa, mi è venuto un po’ di sconforto. Poi però ho annusato la fragranza e mi è piaciuta! Nel dubbio comunque ho diluito lo shampoo con un idrolato alla menta. Voi non avete idea del profumo che avevano i miei capelli una volta asciugati! Sono riuscita ad utilizzare i due samples per due lavaggi nella settimana e ne sono rimasta molto soddisfatta! Come forse saprete, i miei capelli sono decolorati e ricolorati in modo piuttosto “impegnativo” (al momento sono blu/verdi/viola), quindi con i prodotti sbagliati tendono a diventare paglia! Cosa che non è successa con Officina dei Saponi! Sto seriamente pensando di prendere la full size visto il risultato!

Ringrazio di cuore Officina dei Saponi per questa bella opportunità e spero ci rivedremo presto!