Diario di viaggio: Bilbao & Gaztelugatxe

Il mio primo viaggio itinerante è iniziato con una levataccia! La sveglia è suonata all’1 del mattino! Fuffoli scombinati  e impermalositi dalla mia partenza.. sono riusciti a farmi sentire in colpa! Preparo le ultime cose sperando di non aver dimenticato nulla e via verso l‘aeroporto di Venezia. Il volo è alle 6.45 ho tutto il tempo del mondo, ma preferisco arrivare prima e aspettare piuttosto che dover fare le corse e rischiare di perder il volo!

Sensazioni contrastanti per questo viaggio. Da un lato la curiosità, la voglia di vedere posti nuovi e di sperimentare quello che ho imparato di spagnolo. Dall’altro c’è quella leggera ansia buona che mi accompagna e che mantiene i miei sensi vigili. Questo è un viaggio che mi sarebbe piaciuto tanto condividere con qualcuno che ne avrebbe apprezzato il valore e soprattutto la destinazione. Così non è stato e non sia mai che io rinunci a fare qualcosa che mi piace solo perché sono sola come una particella di sodio!

Il viaggio è crescita e autoconsapevolezza, ogni volta mi perdo per trovare una parte di me. E scopro che la mia compagnia mi piace! Non si tratta di essere egocentrici, piuttosto di trovarsi bene con se stessi, essere a proprio agio nel mondo ed esserne cittadini. Quando ci si sente parte di tutto questo.. beh credo che l’aver trovato il senso della vita sia molto vicino!

Questo è l’anno del 42, delle domande e delle risposte, dei viaggi importanti e delle prime volte.

Sono una persona piuttosto impegnativa, ho tanti interessi, sono autonoma e non ho paura quasi di nulla. Certo, la voglia di avere qualcuno con cui condividere tutto il mio disagio c’è! Ma sinceramente non sarà il primo che passa. Non cerco la “compagnia” per non essere da sola. Non ho bisogno di sentirmi completa con qualcuno. Completa lo sono già! Sono nata intera, non a metà! Quello che mi piacerebbe è un compagno di viaggio con cui affrontare la vita, alla pari, due esseri interi che non devono completarsi ma che si arricchiscono a vicenda.

Forse è un po’ contorto come pensiero, ma sono le 5 del mattino e non ho praticamente chiuso occhio.. ci sta un discorso sconclusionato! Quanta saggezza all’alba! Evidentemente la vecchiaia non porta solo acciacchi e problemi alle ginocchia! Mi dona anche molto senno! Portasse anche un carico di autostima sarebbe il massimo!

Qui in aeroporto c’è la gente più disparata, persone da diverse parti del mondo. Accanto a me due donne inglesi con quell’accento che amo tanto! Dietro una copia asiatica immersa nella lettura di una guida. Amici, amanti, famiglie, persone da sole, ognuna con il proprio bagaglio emotivo e tutte con la stessa passione: il viaggio.

Poi ci sono io che ho un sonno da morire! Gambe distese sul mio inseparabile trolley, taccuino, dispositivi elettronici e la guida di carta che fa tanto travel blogger.

img_20190420_054413.jpg

Quanta fatica per arrivare a Dragonstone! A livello di chilometraggio non sono nemmeno arrivata a 20, il che è molto basso rispetto ai miei standard! Il problema è che la strada era tutta in salita (e poi tutta in discesa) e per le mie povere ginocchia è stato un delirio!

Qui non si molla e con i miei tempi sono arrivata fino in alto, ho suonato la campana ed espresso il desiderio… veder sparire tutto quel casino di persone! Scherzo ovviamente! Ma non sulla quantità di gente che saliva la scala, faceva foto e toglieva un po’ della magia del posto.

img_20190420_133223.jpg

Dopo essere atterrata a Bilbao, preso due autobus, sono arrivata a Bakio, ridente paesino dei paesi baschi, a qualche km da Gaztelugatxe. Questa era la meta principale del mio viaggio! Da “malata” di Game of Thrones, questo è uno dei luoghi cult della serie.

Appoggio il trolley in hotel dato che la camera non era ancora pronta. Nella confusione e ansia del momento dimentico di mettere le ginocchiere! Alla prima salita me ne sono ricordata.. FUCK!

Mi incammino insieme ad altri verso la meta. Dopo circa un’oretta di strada arrivo al primo mirador con tantissime aspettative! L’isolotto è immerso nella nebbia ed è come scomparso. Si sente solo la campana che suona. Vi assicuro che mi stavo per mettere a piangere! Tanta fatica per arrivare, un viaggio organizzato per vedere questo luogo e poi? Trovo la nebbia! FUCK!

IMG_20190420_125008

Un po’ sconsolata mi avvio verso l’inizio del percorso, è tutto ancora avvolto dalle nubi, ma si vede un pezzettino della scalinata mano a mano che mi avvicino.

Piano piano le nuvole si diradano e io cambio decisamente umore! Ora si che si ragiona! Inizio a sorridere come un’ebete. Sono in viaggio da sola, quindi penseranno tutti io sia pazza. Fa niente, è un problema loro!

Sono rimasta in quel luogo fuori dal tempo fino alle 16,30 (dalle 11,30 che ero partita). Non volevo più venire via! Sulla via del ritorno mi sono fermata a due miradores e adesso c’era tantissimo da mirar!

Con passo lieve e dolorante mi sono diretta verso la spiaggia. In tanti facevano il bagno, io ho infilato i piedi nell’acqua gelida e mi è bastato! Sono rimasta in spiaggia al sole a rilassarmi, poi camera, doccia e fuori a cena. Giornata molto piena e impegnativa anche a livello emotivo! Vedere i luoghi della mia serie del cuore è stato davvero emozionante! Oggi per la prima volta dopo tanto tempo ero felice! Stravolta a felice!

IMG_20190420_165307.jpg

Devo tornare in questo luogo. Con più tempo e magari con un’auto a noleggio!

Il mio autobus è già passato e non ho idea di quando ce ne sarà un altro. Oggi è domenica ed è anche pasqua!

Temo che se non voglio perdere il volo, domani dovrò prendere un taxi!

Lo spostamento verso Bilbao si sta rivelando complicato, ma una volta là le cose da vedere non saranno tantissime e il fatto di essere da sola mi costringe a farmi gestire il tempo evitando cose superflue.. tipo mangiare!

Nel frattempo mi godo la tranquillità di Bakio. È un paesino tra le colline, molto verde e con una grande spiaggia. Questa mattina durante la mia passeggiata all’alba ho incontrato alcuni surfisti che si cimentavano con l’acqua gelida! Anche ora me ne sono passati due davanti con la tavola e i capelli bagnati. Comunque ho visto diverse persone fare il bagno.. forse loro sono abituati! Io ho infilato i piedi e credo di aver perso una taglia di scarpe dal tanto che mi si sono ristretti!

Nel frattempo è passata mezzora e del bus nemmeno l’ombra. Mi troveranno imbalsamata alla fermata. La mummia di Bakio!

Finalmente arriva e dopo circa 60 minuti arrivo a Bilbao.. di nuovo! Gambe in spalla e mi dirigo verso l’hotel. Nemmeno a dirlo la stanza non è ancora pronta. Lascio la valigia in deposito e via in giro.

La prima tappa è la fontana dei cani, proprio accanto al mio hotel

IMG_20190421_203517.jpg

poi mi sposto verso la cattedrale di Santiago, dimenticandomi che fosse la domenica di pasqua! Chiesa gremita a tal punto che sono solo riuscita a buttare un occhio all’interno.

Prendo una via a caso e mi godo a città vecchia. A mio parere molto più interessante della parte nuova. L’intrico di vie percorse un po’ a “naso”  mi porta davanti al museo della cultura basca. Perché no? L’ingresso di 3 euro è molto invitante, i tre piani di scale un po’ meno!

Dopo la gita a Gaztelugatxe ho abbastanza difficolta a muovermi! Ogni gradino è una sofferenza! Riesco comunque a visitare il museo, magari un po’ più lentamente del solito!

Da una prima impressione Bilbao è piccola e si gira bene a piedi. Prendo il mio tempo e faccio la turista perdendomi tra le vie e curiosando nel mercatino delle pulci di Plaza Barria.

Mentre vado verso il Guggenheim incontro una processione religiosa, tutti vestiti a tema, antichi romani inclusi! Sulla falsariga di un coro da stadio inneggiavano a Gesù. Passo oltre ridacchiando e scuotendo la testa davanti a tanto fanatismo.

IMG_20190421_135632.jpg

Selfie di rito con il Puppy e poi entro nel museo.. 17 euro! Devo dire meritati, anche se a volte faccio fatica a comprendere l’arte troppo moderna!

IMG_20190421_141734.jpg

Riesco a rubare due scatti a un quadro di Warhol con le Marilyn e uno di Keith Hearing.

Dato che il tempo non mi mancava, decido di fare una gita in battello per vedere Bilbao da un’altra prospettiva. Le Bilboats percorrono il fiume per 60 minuti e compresa nei 13 euro c’è l’audioguida multilingue. Non vi dico il freddo che ho patito! Oltre alla rottura di coglioni di una famiglia spagnola che doveva assolutamente fotografare i figli ogni tre metri. Ho sperato volassero in acqua…

Dal fiume ai monti, scesa dalla barca mi attende la funicolare di Artxanda per salire sul monte omonimo da cui avere una visione dall’altro di Bilbao. Nuovo punto di vista e nuovo modo di vedere la città.

Questo viaggio si sta rivelando pieno di sorprese!

Stremata dopo la strada percorsa torno in hotel per un pit stop. Doccia veloce, una sistemata e provo a cercare su Trip advisor un locale per cenare, dato che il mio pranzo è stato inesistente! El perro chico mi sembra una buona alternativa e in più si trova a 400 mt dal mio albergo. Ottimo! Mi incammino fiduciosa.. troppo fiduciosa! Non hanno posto. Bene, vedo che le gioie le ho lasciate a casa!

Decido allora di infilarmi in un locale che mi ispira. Ordino Pintxos e una cerveza.  Poi mi concedo anche una fetta di cheesecake che sembra la specialità della casa. Accanto a me due coppie italiane di una certa età che neanche a dirlo mi attaccano bottone. Finisco di mangiare, saluto e vado finalmente a riposare.

Alle 8 del mattino Bilbao dorme ancora. Solo i fornai e i netturbini in giro. Mi sposto con il mio trolley rumoroso e mi dispiace fare tutto quel casino, mi sembra irrispettoso verso una città che mi ha fatto sentire a casa! Hasta luego querida ciudad!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...