Diario di viaggio: weekend a Roma

Nuovo viaggio con un mezzo che non uso spesso: il treno! Sinceramente non avrei avuto la forza di guidare fino a Roma dopo aver dormito 4 ore scarse… Si lo so, potevo non andare a ballare la sera prima, ma sapete bene anche voi che non rinuncerei mai ad una serata di boogie!

La meta del mio viaggio è stata la Capitale, lo scopo di questa fuga, il firmacopie del mio libro presso il centro congressi La Nuvola in zona EUR.

Ho approfittato di una giornata libera per fare una passeggiata (17 km!!) per Roma e rivedere luoghi che amo e che avevo visitato insieme ad una persona speciale. Qualche demone che non è stato sconfitto si è presentato prepotente… ho lasciato che mi accompagnasse nella mia gita e che mi facesse compagnia…

Piazza del Popolo

Piazza di Spagna

Piazza Navona

Pantheon

I gatti di Roma

Colonia di Largo Argentina

I mercatini in piazza di Spagna erano inesistenti. Niente mercatini nemmeno in Piazza Navona per motivi di sicurezza… L’unico che riesco a visitare è quello sul lungo Tevere, Stand by the River, allestito su una barca, molto figo! Questo mercatino vintage mi è costato una caduta dalle scale… Il trolley mi ha letteralmente trascinato giù mentre scivolavo su una foglia e un gradino di metallo… BAM! Tre scalini fatti con le chiappe, che per fortuna sono ammortizzate!

Purtroppo non sono riuscita ad andare in Campo dei Fiori, uno dei miei luoghi preferiti di Roma. Me ne sono molto dispiaciuta, ma il tempo è stato tiranno e le cose da fare erano troppe!

Sull’Aventino, nel Priorato dei cavalieri di Malta, c’è un portone con un buco della serratura. Se si sbircia, la vista è sorprendente: si può vedere la cupola di S. Pietro attraverso un lungo corridoio di siepi. Quando ci ero stata la prima volta, non c’era nessuno, invece questa volta ho fatto una lunga fila, ma ne è valsa la pena! Nonostante mi abbiano detto che è una cinesata, io amo questo luogo!

Sbirciando dal buco della serratura

Ho provato ad affogare i demoni della nostalgia con un aperitivo con vista Colosseo. Hanno imparato a nuotare! Un bel casino! Allora li ho nutriti con un ottimo tagliere di salumi e formaggi tipici, almeno li ho fatti stare zitti e con la bocca piena!

La mattina successiva, sveglia con calma, colazione e poi in fiera! Lo stand allestito in modo delizioso, locandine e poster ovunque! Anche i miei demoni sono rimasti in silenzio e mi hanno lasciata in pace per farmi godere questa giornata! Ho incontrato tante persone, firmato qualche copia, conosciuto due autori colleghi (Emiliano con il suo Pennywise e Franco con La marcia dei frigoriferi). Poi ho riabbracciato Alice che non vedevo dal 2010! Quante emozioni!

Rimango ancora sorpresa quando qualcuno compra il mio libro e lo vuole autografato! Sono sempre stata io quella a caccia di autori per avere le dediche… Credo ci vorrà un po’ per abituarmi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...