Gli Esauriti di Aprile 2019

Bentornat* esaurit* del mio cuore!

Questo mese ha visto tanti ponti e ferie con conseguente viaggetto e uso di samples che non ho riportato a casa, ma ho lasciato il Spagna!

Vi lascio i prodotti terminati:

IMG_20190428_170104.jpg

  • Equilibra linea al carbone: maschera viso in tessuto e dentifricio. Entrambi prodotti da ricomprare assolutamente. Presto ve ne parlerò in collaborazione con “Le Blogger Siamo Noi”!
  • Saetta – salviette levasmalto. Comode, pratiche e senza acetone!
  • Purobio – fondotinta. Per me il fondotinta migliore per la stagione fredda! Non so quanti tubetti ne abbia già acquistati!
  • La Saponaria – crema gel gambe Leggera. Un amore che dura ormai da cinque anni!
  • Dr. Taffi – gocce di Eufrasia. Da quando le ho scoperte non le ho lasciate mai più!
  • Splend’or – balsamo al cocco. Qualità prezzo assolutamente promossa per questo balsamo da supermercato! Va bene anche per il cowash!
  • Alkemilla – shampoo K-hair lucidante. Funziona davvero! Nonostante tutti i trattamenti che infliggo ai miei poveri capelli, dopo l’uso erano lucidi e morbidissimi!
  • Officina del mugello – bagnoschiuma al basilico. Profumerete di pesto alla genovese! No scherzo! La fragranza è delicatissima e quasi non si sente!
  • Natura Siberica – maschera per capelli. L’ho utilizzata come impacco pre shampoo dato che come balsamo non districava niente! Come maschera ha funzionato alla grande, soprattutto sulle punte!
  • Antos – crema anticellulite: packaging minimo, resa massima per questa crema! Come sempre è consigliato l’uso costante mattina e sera per un miglior risultato!

IMG_20190428_170416.jpg

Pochi samples che ho amato alla follia, soprattutto la crema mani di Erbario Toscano!

La crema corpo alla bava di lumaca di Ecoy si assorbe rapidamente e lascia la pelle morbida e profumata!

Bene miei cari, per questo mese è tutto! Ci esauriamo tra 30 giorni!

Annunci

Diario di viaggio: Bilbao & Gaztelugatxe

Il mio primo viaggio itinerante è iniziato con una levataccia! La sveglia è suonata all’1 del mattino! Fuffoli scombinati  e impermalositi dalla mia partenza.. sono riusciti a farmi sentire in colpa! Preparo le ultime cose sperando di non aver dimenticato nulla e via verso l‘aeroporto di Venezia. Il volo è alle 6.45 ho tutto il tempo del mondo, ma preferisco arrivare prima e aspettare piuttosto che dover fare le corse e rischiare di perder il volo!

Sensazioni contrastanti per questo viaggio. Da un lato la curiosità, la voglia di vedere posti nuovi e di sperimentare quello che ho imparato di spagnolo. Dall’altro c’è quella leggera ansia buona che mi accompagna e che mantiene i miei sensi vigili. Questo è un viaggio che mi sarebbe piaciuto tanto condividere con qualcuno che ne avrebbe apprezzato il valore e soprattutto la destinazione. Così non è stato e non sia mai che io rinunci a fare qualcosa che mi piace solo perché sono sola come una particella di sodio!

Il viaggio è crescita e autoconsapevolezza, ogni volta mi perdo per trovare una parte di me. E scopro che la mia compagnia mi piace! Non si tratta di essere egocentrici, piuttosto di trovarsi bene con se stessi, essere a proprio agio nel mondo ed esserne cittadini. Quando ci si sente parte di tutto questo.. beh credo che l’aver trovato il senso della vita sia molto vicino!

Questo è l’anno del 42, delle domande e delle risposte, dei viaggi importanti e delle prime volte.

Sono una persona piuttosto impegnativa, ho tanti interessi, sono autonoma e non ho paura quasi di nulla. Certo, la voglia di avere qualcuno con cui condividere tutto il mio disagio c’è! Ma sinceramente non sarà il primo che passa. Non cerco la “compagnia” per non essere da sola. Non ho bisogno di sentirmi completa con qualcuno. Completa lo sono già! Sono nata intera, non a metà! Quello che mi piacerebbe è un compagno di viaggio con cui affrontare la vita, alla pari, due esseri interi che non devono completarsi ma che si arricchiscono a vicenda.

Forse è un po’ contorto come pensiero, ma sono le 5 del mattino e non ho praticamente chiuso occhio.. ci sta un discorso sconclusionato! Quanta saggezza all’alba! Evidentemente la vecchiaia non porta solo acciacchi e problemi alle ginocchia! Mi dona anche molto senno! Portasse anche un carico di autostima sarebbe il massimo!

Qui in aeroporto c’è la gente più disparata, persone da diverse parti del mondo. Accanto a me due donne inglesi con quell’accento che amo tanto! Dietro una copia asiatica immersa nella lettura di una guida. Amici, amanti, famiglie, persone da sole, ognuna con il proprio bagaglio emotivo e tutte con la stessa passione: il viaggio.

Poi ci sono io che ho un sonno da morire! Gambe distese sul mio inseparabile trolley, taccuino, dispositivi elettronici e la guida di carta che fa tanto travel blogger.

img_20190420_054413.jpg

Quanta fatica per arrivare a Dragonstone! A livello di chilometraggio non sono nemmeno arrivata a 20, il che è molto basso rispetto ai miei standard! Il problema è che la strada era tutta in salita (e poi tutta in discesa) e per le mie povere ginocchia è stato un delirio!

Qui non si molla e con i miei tempi sono arrivata fino in alto, ho suonato la campana ed espresso il desiderio… veder sparire tutto quel casino di persone! Scherzo ovviamente! Ma non sulla quantità di gente che saliva la scala, faceva foto e toglieva un po’ della magia del posto.

img_20190420_133223.jpg

Dopo essere atterrata a Bilbao, preso due autobus, sono arrivata a Bakio, ridente paesino dei paesi baschi, a qualche km da Gaztelugatxe. Questa era la meta principale del mio viaggio! Da “malata” di Game of Thrones, questo è uno dei luoghi cult della serie.

Appoggio il trolley in hotel dato che la camera non era ancora pronta. Nella confusione e ansia del momento dimentico di mettere le ginocchiere! Alla prima salita me ne sono ricordata.. FUCK!

Mi incammino insieme ad altri verso la meta. Dopo circa un’oretta di strada arrivo al primo mirador con tantissime aspettative! L’isolotto è immerso nella nebbia ed è come scomparso. Si sente solo la campana che suona. Vi assicuro che mi stavo per mettere a piangere! Tanta fatica per arrivare, un viaggio organizzato per vedere questo luogo e poi? Trovo la nebbia! FUCK!

IMG_20190420_125008

Un po’ sconsolata mi avvio verso l’inizio del percorso, è tutto ancora avvolto dalle nubi, ma si vede un pezzettino della scalinata mano a mano che mi avvicino.

Piano piano le nuvole si diradano e io cambio decisamente umore! Ora si che si ragiona! Inizio a sorridere come un’ebete. Sono in viaggio da sola, quindi penseranno tutti io sia pazza. Fa niente, è un problema loro!

Sono rimasta in quel luogo fuori dal tempo fino alle 16,30 (dalle 11,30 che ero partita). Non volevo più venire via! Sulla via del ritorno mi sono fermata a due miradores e adesso c’era tantissimo da mirar!

Con passo lieve e dolorante mi sono diretta verso la spiaggia. In tanti facevano il bagno, io ho infilato i piedi nell’acqua gelida e mi è bastato! Sono rimasta in spiaggia al sole a rilassarmi, poi camera, doccia e fuori a cena. Giornata molto piena e impegnativa anche a livello emotivo! Vedere i luoghi della mia serie del cuore è stato davvero emozionante! Oggi per la prima volta dopo tanto tempo ero felice! Stravolta a felice!

IMG_20190420_165307.jpg

Devo tornare in questo luogo. Con più tempo e magari con un’auto a noleggio!

Il mio autobus è già passato e non ho idea di quando ce ne sarà un altro. Oggi è domenica ed è anche pasqua!

Temo che se non voglio perdere il volo, domani dovrò prendere un taxi!

Lo spostamento verso Bilbao si sta rivelando complicato, ma una volta là le cose da vedere non saranno tantissime e il fatto di essere da sola mi costringe a farmi gestire il tempo evitando cose superflue.. tipo mangiare!

Nel frattempo mi godo la tranquillità di Bakio. È un paesino tra le colline, molto verde e con una grande spiaggia. Questa mattina durante la mia passeggiata all’alba ho incontrato alcuni surfisti che si cimentavano con l’acqua gelida! Anche ora me ne sono passati due davanti con la tavola e i capelli bagnati. Comunque ho visto diverse persone fare il bagno.. forse loro sono abituati! Io ho infilato i piedi e credo di aver perso una taglia di scarpe dal tanto che mi si sono ristretti!

Nel frattempo è passata mezzora e del bus nemmeno l’ombra. Mi troveranno imbalsamata alla fermata. La mummia di Bakio!

Finalmente arriva e dopo circa 60 minuti arrivo a Bilbao.. di nuovo! Gambe in spalla e mi dirigo verso l’hotel. Nemmeno a dirlo la stanza non è ancora pronta. Lascio la valigia in deposito e via in giro.

La prima tappa è la fontana dei cani, proprio accanto al mio hotel

IMG_20190421_203517.jpg

poi mi sposto verso la cattedrale di Santiago, dimenticandomi che fosse la domenica di pasqua! Chiesa gremita a tal punto che sono solo riuscita a buttare un occhio all’interno.

Prendo una via a caso e mi godo a città vecchia. A mio parere molto più interessante della parte nuova. L’intrico di vie percorse un po’ a “naso”  mi porta davanti al museo della cultura basca. Perché no? L’ingresso di 3 euro è molto invitante, i tre piani di scale un po’ meno!

Dopo la gita a Gaztelugatxe ho abbastanza difficolta a muovermi! Ogni gradino è una sofferenza! Riesco comunque a visitare il museo, magari un po’ più lentamente del solito!

Da una prima impressione Bilbao è piccola e si gira bene a piedi. Prendo il mio tempo e faccio la turista perdendomi tra le vie e curiosando nel mercatino delle pulci di Plaza Barria.

Mentre vado verso il Guggenheim incontro una processione religiosa, tutti vestiti a tema, antichi romani inclusi! Sulla falsariga di un coro da stadio inneggiavano a Gesù. Passo oltre ridacchiando e scuotendo la testa davanti a tanto fanatismo.

IMG_20190421_135632.jpg

Selfie di rito con il Puppy e poi entro nel museo.. 17 euro! Devo dire meritati, anche se a volte faccio fatica a comprendere l’arte troppo moderna!

IMG_20190421_141734.jpg

Riesco a rubare due scatti a un quadro di Warhol con le Marilyn e uno di Keith Hearing.

Dato che il tempo non mi mancava, decido di fare una gita in battello per vedere Bilbao da un’altra prospettiva. Le Bilboats percorrono il fiume per 60 minuti e compresa nei 13 euro c’è l’audioguida multilingue. Non vi dico il freddo che ho patito! Oltre alla rottura di coglioni di una famiglia spagnola che doveva assolutamente fotografare i figli ogni tre metri. Ho sperato volassero in acqua…

Dal fiume ai monti, scesa dalla barca mi attende la funicolare di Artxanda per salire sul monte omonimo da cui avere una visione dall’altro di Bilbao. Nuovo punto di vista e nuovo modo di vedere la città.

Questo viaggio si sta rivelando pieno di sorprese!

Stremata dopo la strada percorsa torno in hotel per un pit stop. Doccia veloce, una sistemata e provo a cercare su Trip advisor un locale per cenare, dato che il mio pranzo è stato inesistente! El perro chico mi sembra una buona alternativa e in più si trova a 400 mt dal mio albergo. Ottimo! Mi incammino fiduciosa.. troppo fiduciosa! Non hanno posto. Bene, vedo che le gioie le ho lasciate a casa!

Decido allora di infilarmi in un locale che mi ispira. Ordino Pintxos e una cerveza.  Poi mi concedo anche una fetta di cheesecake che sembra la specialità della casa. Accanto a me due coppie italiane di una certa età che neanche a dirlo mi attaccano bottone. Finisco di mangiare, saluto e vado finalmente a riposare.

Alle 8 del mattino Bilbao dorme ancora. Solo i fornai e i netturbini in giro. Mi sposto con il mio trolley rumoroso e mi dispiace fare tutto quel casino, mi sembra irrispettoso verso una città che mi ha fatto sentire a casa! Hasta luego querida ciudad!

 

Cosmofarma 2019

Ciao a tutt*! Sono sopravvissuta ad un altro evento del beauty, il mio ginocchio ringrazia il fatto che fossero solo quattro padiglioni!

Mi reco a Bologna tre volte l’anno, per le tre fiere più importanti: Cosmoprof, Cosmofarma e Sana. Purtroppo ogni volta che vado sono assalita un po’ violentemente dai ricordi. Ma come si dice.. bisogna combattere i propri demoni.. e allora non mi resta che tirare fuori gli attributi, fare un grande respiro e passare davanti a quel casello che ancora mi spezza il cuore.

Non voglio rattristare anche voi, anzi voglio farvi vedere le novità beauty in ambito farmaceutico e magari crearvi qualche bisogno!

In fiera ho incontrato la mia amica Antonella (Please another make up) che mi ha portato il mio regalo di natale di due anni fa! ahahhaah Già.. non ci vediamo molto spesso anche se abitiamo abbastanza vicine!

Insieme abbiamo perso la dignità allo stand Zuccari con il nuovo packaging del gel aloe… La colpa è di Viviana ovviamente! E’ stato un momento un po’ delirante che ha risollevato la mia triste giornata!

IMG_20190413_131729

Perdonate la mia espressione improponibile.. ma non avete idea di quanto abbiamo riso fino a qualche secondo prima!

IMG_20190413_131821

News molto interessante è stata l’argilla di Argital!

Nella prima foto trovate il nuovissimo tubo multiuso (viso e corpo), nelle altre due, l’argilla in forma di polvere e di roccia. Ho fatto l’errore di voler toccare la polvere.. ho sparso argilla ovunque! Sono peggio dei bambini!

Tra i brand che conoscevo ho piacevolmente ritrovato La Saponaria.

Le novità oltre alla linea anticellulite, riguardano l’abbronzatura. Crema viso con fattore protezione e monodosi da bagaglio a mano di crema solare e doposole.

L’olio d’oliva è stato uno degli ingredienti di maggior interesse. Due brand hanno attirato la mia attenzione in particolare:

Otto referenze tutte con alla base l’olio di oliva e la sostenibilità.

Il secondo brand viene dalla Puglia e insieme al test delle creme, offriva friselle e taralli! Come rifiutare?

IMG_20190413_122836.jpg

Dada mio, nuovo brand che si occupa dei più piccoli e anche dei più grandi! A settembre diventerò zia di una femminuccia, e dovrò instradare lei e la madre (mia sorella) al bio!

IMG_20190413_100704.jpg

Riah e in particolare Nerà con cui ho collaborato lo scorso anno (qui la recensione) hanno presentato una nuovissima linea di prodotti per capelli:

IMG_20190413_102912.jpg

Tantissime referenze adatte a tutti i tipi di capelli.

Le creme viso con fattore di protezione sono state il must di questo Cosmofarma. Anche REN ha presentato la sua:

IMG_20190413_103258.jpg

Rausch, marchio reperibile in farmacia, ha portato in fiera tre nuove linee corpo e capelli:

Chiudo questa carrellata con un brand spagnolo, Mia, che si occupa di skin care. Guardate solo la meraviglia dei flaconi con all’interno fiori essiccati degli elementi utilizzati nella composizione:

Che ne pensate? Siete mai stat* al Cosmofarma?

Panno struccante

Gioie adorate! Probabilmente ho scoperto l’acqua calda.. ma da quando ho iniziato ad usare il panno struccante mi si è rivoluzionata la vita!

Il merito lo devo alla mia cara amica Laura (Bellezza in the City), che per natale mi ha regalato uno di questi oggetti del desiderio!

Per prima cosa è rosa, con questo colore ogni prodotto ha già vinto in partenza per quello che mi riguarda!

Come si usa? E’ molto semplice, basta bagnarlo con acqua calda e passarlo sul viso tamponando delicatamente senza strofinare! Pena dello strofinamento, le zampe di gallina! Quindi se volete evitare di deporre uova, vi consiglio vivamente di tenere appoggiato il panno sugli occhi per qualche secondo in più.

Ogni tipo di make-up è rimosso, poi è chiaro che dovete detergere il viso! E’ un panno.. non acido muriatico!

Avevo ricevuto in qualche fiera un sample di una cosa molto simile, ma in versione mignon:

panno struccante piccolo.jpg

Me ne sono innamorata da subito e come potete vedere ormai è distrutto! Questo lo uso principalmente per togliere il rossetto e le tinte che altrimenti non verrebbero via nemmeno se mi strappassi le labbra!

Una volta utilizzato, si sciacqua con acqua e sapone e torna nuovo!

Potete portarlo in viaggio con voi ed evitare mille flaconi di latte detergente, acqua micellare, dischetti di cotone. Passa i controlli di sicurezza direttamente in valigia e occupa pochissimo spazio!

Insomma, per me è stata una rivelazione oltre che una rivoluzione!

Caro pannetto, sei il mio must have!

Gli Esauriti di Febbraio & Marzo 2019

Esaurit* del mio cuore, questo mese l’esaurimento è stato doppio perchè mi sono dimenticata dei prodotti terminati a febbraio!

Lo smaltimento continua imperterrito, ma se vedeste le mie scorte, vi chiedereste quanti corpi e quante vite dovrei utilizzare per usare tutto!

Bando alle ciance! Vi presento i prodotti finiti di febbraio e marzo:

IMG_20190331_114650.jpg

  • Estetista Cinica: Mad mud e Leg booster, due bombe in previsione della prova costume!
  • Infinite Aloe: trovate la recensione qui
  • Antos – Spumicella: amore a prima vista! Review qui
  • Officina dei saponi: una bella sorpresa che ho recensito qui
  • Erboristeria magentina – crema mani veg nails: trovate la recensione in collaborazione con Le Blogger siamo noi
  • Equilibra – shampoo argan: i miei poveri capelli maltrattati hanno trovato moltissimo giovamento da questo prodotto!!
  • Bottega Verde – crema corpo uva rossa: era in omaggio con una rivista qualche tempo fa ed essendo in fase smaltimento violento, ho deciso di usarla! Ottimo profumo anche se inci  non verde.
  • Biofive – scrub corpo detergente: a brevissimo la recensione!
  • Jeffree Star – Masochist: la mia prima tinta di Jeffree è terminata! L’ho amata da morire! Devo assolutamente riaverla, è un colore splendido!
  • B-lift – doccia gel tonificante: linea farmaceutica di Equilibra. Su di me non ha tonificato niente, ma la fragranza è freschissima!!
  • Officina del Mugello: ottimo detergente da supermercato con inci verde e prezzo piccolino! Promosso!
  • Sephora – maschere miste: ho rigenerato un po’ le estremità!
  • Officina Umbra – crema rassodante seno: le gemelle ringraziano!
  • Nashi argan: se non dovessi fare un mutuo per avere  loro prodotti, li utilizzerei sempre!!
  • Samples misti da smaltimento: Riah, Ybiok, Okyroe, Ecoy, Saetta

 

Bene miei cari esauriti, per ora è tutto! Ci esauriamo tra 30 giorni!

Cosmoprof 2019 – still alive!

Belle gioie!

Il Cosmoprof è terminato ed ha portato con sé tante belle novità! Ho passato la giornata di sabato 16 marzo a girovagare per gli stand senza fermarmi quasi mai! Ringrazio tanto Equilibra per avermi fatto sedere durante la presentazione della nuova linea al carbone! Ho rigenerato le mie gambe e soprattutto la schiena e le spalle! Quando sono arrivata a casa, ho notato di avere le spalle “tagliate” e sanguinanti.. la prossima volta mi faccio furba e prendo il trolley!

Equilibra, linea al carbone, siete curiose vero? Eccovi accontentate: si tratta di sette referenze in cui l’ingrediente principale è il carbone! Quindi immaginate un dentifricio nero, uno shampoo nero, una anzi due maschere nere, un sapone nero (da non confondere con quello di Arangara), un gel detergente nero e un docciaschiuma indovinate di che colore? Nero!

IMG_20190317_101848.jpg

Un’altra novità viene dalla Korea: le maschere in tessuto a… zona! Mi è capitato di vederle in più di uno stand e mi hanno incuriosito. Ne ho scelta una antiage (ovviamente! Qui dobbiamo essere giovani per sempre!) alla rosa, anche se non amo particolarmente le fragranze fiorite, ma qui non si parlava più di fiori, ma di combattere la vecchiaia! Come funziona? All’interno della confezione ci sono delle mini porzioni di maschera che si possono posizionare a piacere sulle zone da trattare. Che sia il decolleté, oppure il viso, il collo o il contorno occhi, la scelta è vostra! Il tempo di posa è come le maschere in tessuto classiche, 15-20 minuti. Allo scadere del tempo non risciacquate, ma massaggiate l’eccesso di liquido.

IMG_20190316_141058

Novità in casa Cereria Lumen è la candela da massaggio. Tutto molto bello, tutto molto figo, ma se non hai il massaggiatore perde un p’ di significato! ahahahha forse come ho detto a loro in fiera, dovrei insegnare ai miei gatti a fare i massaggi su richiesta! Nove kg di Gianni sarebbero un ottimo deterrente per la cellulite!

Scherzi a parte, le candele presentate sono due, una all’argan e una all’aloe.

IMG_20190316_110014img_20190317_102242.jpg

Oltre a queste, è stata presentata un’altra linea di candele dal packaging meraviglioso:

IMG_20190316_105952.jpg

La decorazione del bicchiere è splendida!

Le novità Madara riguardano la tintarella:

IMG_20190316_110608.jpg

Tante conferme e tanti brand nuovi che non conoscevo, tra cui Duft & Doft specializzati in maschere e skin care.

IMG_20190316_101018

Sono molto curiosa di provare la loro maschera antiage e antirughe! Le piccole creme mani saranno le mie prossime compagne di viaggio!

img_20190317_103319.jpg

Un brand che ha attirato la mia attenzione è stato Nutryancor:

IMG_20190316_142430IMG_20190316_142440IMG_20190316_142447

La loro filosofia è estremamente ecologica, recuperano gli scarti di frutta e verdura (nelle foto trovate mirtilli, carote, carciofi, mele) che vengono polverizzati e utilizzati nella composizione delle creme o saponi. Niente viene sprecato ma tutto è riciclato e rielaborato. Ottimo, non vi pare?

Tanti brand cinesi, uno tra tutti quello che mi ha donato la maschera per diventare un unicorno! Il mio cinese mandarino probabilmente ha fatto colpo! Ni Hao!

IMG_20190316_135813.jpg

I want to be a unicorn!

Alama Professional con cui ho collaborato lo scorso anno (qui la recensione) rivolge lo sguardo al mare e ad esso si ispira per la nuova linea:

img_20190317_102017.jpg

io voglio i capelli di questo colore! *_*

Tra le conferme ho piacevolmente ritrovato Monocare (ve ne avevo parlato qui) con cui mi ero trovata molto bene! Brand nuovissimo, presentato allo scorso Sana.

img_20190317_102356.jpg

Ho scoperto due nuovi e interessantissimi brand, uno viene dalla Polonia e si occupa di make up minerale:

IMG_20190317_102641.jpg

L’altro è danese e si occupa di profumi e cura dei capelli. Mentre vagavo in pieno stile walking dead (tutta colpa della serata precedente a ballare!!), ho notato una parola ormai familiare: HYGGE! Il mio viaggio alla conquista del nord mi ha vista imparare qualche parola vikinga, tra cui Hygge che incarna un modo di vivere. Hygge è la ricerca della felicità a lungo termine, non di quella immediata e volatile. Il discorso è molto pù lungo e complesso ovviamente, ma non voglio tediarvi!

img_20190317_103411.jpg

Ora non mi resta che testare tutto! A volte penso di aver bisogno di due o tre corpi e un paio di vite per provare tutti i prodotti! 😛

OT: recensione “Finzioni di Poesia” di Giorgio Montanari

Quando si dice il destino..

Come ben sapete, ho visitato Cosmoprof da poco, vi ho sommerse di stories e post su IG, perdonatemi!

Durante il mio pellegrinaggio, mi sono ritrovata in uno stand di hair care, ho parlato con un ragazzo molto gentile, gli ho spiegato chi fossi e di cosa mi occupassi e gli ho dato il mio biglietto da visita. Lui è rimasto un momento in silenzio (e io ho pensato il peggio!), mi ha domandato se mi occupassi solo di beauty e poi mi ha chiesto se avessi ricevuto strane richieste nell’ultimo periodo. Io sono rimasta a metà tra l’incredulo e la sensazione di essere presa in giro, poi mi è comparso un enorme punto interrogativo sul viso. Purtroppo sono trasparente e non riesco a nascondere quello che penso! Faccio lavorare l’unico neurone che è rimasto vivo dopo i festeggiamenti per il mio compleanno la sera precedente e ci arrivo: il libro!

Finalmente ci presentiamo e ho davanti niente di meno che Giorgio Montanari, autore del libro “Finzioni di Poesia”. Carramba che sorpresa!

A parte gli scherzi, Giorgio mi ha contattato un po’ di tempo fa per chiedermi di recensire il suo libro. Ho accettato con molto piacere, dato che Katebeautycase non è solo make-up ma è uno spazio a 360° in cui trova posto tutto quello che mi piace, dalla cosmesi ai viaggi passando per il libri e mille altre cose!

Come prima cosa vi mostro la copertina del libro:

Backup_di_copertina montanari.cdrFINZIONI DI POESIA_facebook

Van Gogh.. il campo di grano con volo di corvi. Io amo Van Gogh e con questa immagine il libro mi ha già conquistata! So che un libro non va giudicato dalla copertina.. ma in questo caso è vincere a mani basse!

La quarta di copertina riprendendo una delle poesie della raccolta, dice così:

“ Ti ho autorizzato a sbirciare tra gli scritti di una vita. Mi rincuora l’idea di offrirti un’emozione. Mi inquieta avere esposto a sconosciuti pagine salvate negli anni, figlie di pensieri fragili, frutto di istanti di ispirazione.”

Non ci sono parole più vere a mio avviso! E credo si possano riferire anche al mio blog e a quello di chiunque altr*! Farsi leggere dagli estranei è sempre emozionante, però a volte ci si ritrova ad aprire il cuore sulle pagine di un diario che può essere letto da tutti e può essere un’arma a doppio taglio.

Torniamo invece a “Finzioni di Poesia”, pubblicato nel 2018 racchiude al suo interno un percorso in forma poetica che ci fa riflettere sulla vita, la morte e l’amore. Non ho intenzione di spoilerare il contenuto di questo libro, sappiate che alcune poesie mi hanno emozionato molto e in una soprattutto mi sono ritrovata (CICATRICI).

Le poesie di questa raccolta sono forti e mirano dritto al cuore e al cervello. Emozionano e fanno pensare.. forse troppo! In un mondo dove ormai tutto è apparenza, dove tutti cercano di essere chi non sono e soprattutto sono tutti a caccia di un “like”, le poesie di Giorgio sono scomode perché arrivano dirette come un pugno nello stomaco e ti costringono a fermarti e a riflettere.

Giorgio e io siamo quasi coetanei, possiamo aver vissuto esperienze diverse e percorso strade differenti, ma ci sono fasi della vita che sono uguali per tutti. Poi c’è chi le vive in modo superficiale, chi è più forte e chi meno, infine c’è chi riesce a mettere in poesia i sentimenti. Grandissima dote e capacità che ho sempre ammirato, così come quella di scrivere canzoni. Perché in fondo cos’è la musica se non una poesia accompagnata dal suono?

Se vi avessi incuriosito e voleste acquistare il libro di Giorgio, lo trovate a questo link: http://www.giorgiomontanari.it/poesia/

In bocca al lupo!